skip to Main Content

La valutazione nell’insegnamento linguistico

Cari lettori,

ben ritrovati nel Blog di DEAL! Durante questa settimana ci occuperemo di valutazione ed abbiamo inaugurato il lavoro su questa tematica proponendo un Survey riguardo a come affrontare la valutazione linguistica degli apprendenti che presentano un BiLS, al quale potrete partecipare cliccando qui.

Bastano pochi minuti e potrete darci la vostra opinione a riguardo. Durante il fine settimana presenteremo i risultati del Survey!

In questo articolo, però, vogliamo presentare due interessanti opere che parlano di valutazione dal punto di vista generale (non prettamente incentrate sulla valutazione di studenti con BiLS) e fornire così delle coordinate teoriche di fondo che possono aiutarci ad entrare in questa tematica. Va fatta, a questo punto, una doverosa precisazione, ovvero che nel caso di studenti che presentano un BiLS sono necessari alcuni accorgimenti e ripensamenti in quanto il processo valutativo risulta più complesso e con delle sfaccettature da tenere in considerazione, oltre alla necessità di competenze specifiche. Sarà infatti proprio questo il focus del nuovo Laboratorio Specialistico del MasterClass DEAL 2018 dal titolo “Progettare la valutazione linguistica” che terrà il vice-direttore del Gruppo DEAL Carlos Melero. Risulta fondamentale, quindi, ripensare la valutazione linguistica quando si è di fronte ad apprendenti con BiLS per poter superare tutte le barriere e le complessità insite in questo processo.

Una volta portata a termine questa premessa vogliamo passare alla presentazione dei due volumi al centro dell’articolo odierno.

Il primo volume, a cura di Alberta Novello, si intitola “La valutazione delle lingue straniere e seconde nella scuola. Dalla teoria alla pratica” e fa parte della collana SAIL (Studi sull’Apprendimento e Insegnamento Linguistico). L’opera si configura come un lavoro che presenta le caratteristiche, le metodologie e i motivi della valutazione dell’insegnamento delle lingue straniere e seconde nella scuola.
Il volume si apre con una descrizione della valutazione nel mondo della scuola e con il collegamento tra la valutazione e l’insegnamento linguistico. Vengono descritte procedure per la valutazione e la programmazione, il quadro di riferimento, la valutazione per quanto riguarda le lingue seconde, il CLIL e la valutazione dei bambini. Il secondo capitolo si occupa delle caratteristiche della valutazione, portando a termine una completa disamina delle varie tipologie di valutazione e di test, oltre all’esplorazione di concetti quali la validità, l’affidabilità e l’autenticità. Nel terzo capitolo il focus si sposta sulla pianificazione e realizzazione della valutazione a livello di fasi, obiettivi e oggetto della valutazione. Vengono quindi descritte varie metodologie di misurazione insieme ai differenti criteri e punteggi che possono essere utilizzati in questo ambito. I due capitoli conclusivi si occupano rispettivamente delle buone pratiche nella valutazione e della valutazione nella prospettiva delle certificazioni linguistiche.

Già da questa breve introduzione risulta chiara la completezza del contributo di Alberta Novello che riesce a delineare un quadro di riferimento sulla valutazione analizzandone le principali componenti, caratteristiche, obiettivi, percorsi metodologici oltre alla buone pratiche ad essa connesse.

L’opera di Alberta Novello è gratuitamente consultabile cliccando qui.

Il secondo volume che vogliamo presentare in questo articolo è scritto da Graziano Serragiotto e si intitola “La valutazione degli apprendimenti linguistici”, edito da Bonacci. L’opera è divisa in tre parti che rispettivamente vengono intitolate “Coordinate”, “Contesti” e “Pratiche” e che intendono esplorare il tema partendo dal punto di vista più teorico, spostandosi su un’analisi della valutazione nei differenti contesti di insegnamento/apprendimento linguistico, per poi concludere con una sezione di natura pratica. Anche qui vediamo come la valutazione venga analizzata nel suo insieme fornendo un quadro completo ed esaustivo.
La prima parte vuole fornire le coordinate teoriche di base sulla valutazione e presenta quindi il concetto di valutazione, la distinzione tra verifica e valutazione, una parte dedicata all’autovalutazione e al feedback per concludere trattando le certificazioni e i crediti (così si costituiscono i differenti capitoli che formano la prima parte). La seconda parte esplora tematiche come la valutazione dell’atteggiamento interculturale, la valutazione degli aspetti linguistici, la valutazione in contesto CLIL e la valutazione in relazione all’età dello studente. La terza, ed ultima, parte del volume si occupa di valutazione e tecnologie, della costruzione delle prove e della valutazione in team, caratterizzandosi per la presenza di numerosi riferimenti operativi.

In questo volume Serragiotto offre un quadro di insieme sulle correlazioni e sulle reciproche implicazioni che un sistema valutativo può garantire se è ben impostato e didatticamente efficiente e risulta pertanto un contributo molto importante per chi volesse formarsi sul tema della valutazione.

Per chi volesse approfondire cliccando qui sarete reindirizzati alla pagina ufficiale del libro dove troverete tutte le informazioni per l’acquisto e dove potrete sfogliare una preview della prima parte.

Vi ringraziamo per l’attenzione e vi invitiamo a rimanere aggiornati sul Blog e sulla nostra pagina Facebook perché in settimana usciranno nuovi approfondimenti riguardanti la valutazione, e come questa sarà trattata durante il MasterClass DEAL 2018.

.

×Close search
Cerca